Troia: la fine della città, la nascita del mito

Dopo il grande successo ottenuto con “Lettere da Pompei”, si rinnova la collaborazione tra Comacchio e il Museo Archeologico Nazionale di Napoli: una nuova esposizione temporanea, ispirata all’Iliade - antica e celeberrima opera di Omero – approda il prossimo 16 Marzo a Palazzo Bellini.

Il poema omerico, attorno al quale ruota la mostra, racconta di uno scontro che coinvolse i popoli del Mediterraneo e dell’Asia per più di 10 anni, si potrebbe quasi dire che si trattò della prima “guerra mondiale” della storia. Celebrati dalle parole di Omero, i miti e i personaggi della guerra di Troia rappresentano le basi artistiche e culturali su cui si fonda la cultura europea e sono stati oggetti di studio, approfondimento e ispirazione per numerosi artisti e studiosi dall’antichità sino ai giorni nostri.

 Si arricchisce in questo modo il programma estivo di Comacchio, che con questa mostra ad ingesso gratuito invita i turisti a scoprire anche i rivolti culturali del territorio e a toccare con mano il valore artistico delle opere e dei palazzi che abbelliscono il centro storico cittadino e che fanno da completamento all’offerta balneare di eccellenza che il territorio costiero propone.